RaiUno_logo

In evidenza

Giacomo Campiotti

Perché "Il Sorteggio" oggi?

"La storia de "Il Sorteggio" non racconta solamente un momento cruciale della storia italiana, ma è film che affronta un tema di grande attualità: il rapporto tra il cittadino e lo Stato (ovvero tra una persona e la propria comunità) che mai è stato così distante come oggi. La presa di coscienza civica di Tonino Barone è la sofferta conquista di una persona, come tutti noi, che deve affrontare il difficile equilibrio tra rivendicare i propri diritti ma anche assumere le responsabilità dei doveri che qualsiasi Paese civile e democratico chiede ai propri i cittadino".

Qual è il linguaggio registico del film?

"Le immagini del periodo storico che il film racconta sono ancora vive nella memoria di molti spettatori, per questo motivo non ho adottato un classico linguaggio cinematografico ma mi sono ispirato allo stile "ruvide" dei servizi d'attualità dell'epoca. Di conseguenza ho scelto di usare la macchina da presa a mano, un montaggio "nervoso" e una luce contrastata. Tutto questo non per una teorica scelta estetica ma per portare emozione e verità ai nostri personaggi che si muovono reali, insicuri e umani all'interno di questa storia".

Rai.it

Siti Rai online: 847